Il bilancio della Asl in discussione questa mattina alla conferenza dei sindaci

Conferenza sindaci
Questa mattina la conferenza dei sindaci

Pareggio a 224 milioni di euro, riferisce la direttrice Bruna Rebagliati. Per quanto riguarda la riorganizzazione ospedaliera, le decisioni sembrano slittare al 2018.

Pareggio di bilancio a 224 milioni di euro, risparmi e più posti di riabilitazione dopo il trasferimento dalle Gianelline, sede in affitto, a via Ghio, edificio di proprietà: così la direttrice generale della Asl 4, Bruna Rebagliati, ha introdotto, questa mattina, in comune a Chiavari, la discussione relativa al bilancio della Asl stessa, sottoposta alla conferenza dei sindaci del territorio. La direttrice ha sottolineato la riduzione dei tempi di attesa per molte prestazioni e la riduzione di 200mila euro nel costo del personale (“con 87 nuovi assunti, tra cui 24 medici, per compensare le uscite”). I debiti, dal 2015 al 2016, sono scesi da 25,6 milioni a 22,1, la liquidità disponibile, anche a fronte di crediti pagati dalla Regione, schizzata da 1,1 a 18,2 milioni. Quanto ai tempi di pagamento dei fornitori, si scende dalla media di 53,4 giorni a quella di 52,6.

Ancora non ci sono novità concrete sulla riorganizzazione ospedaliera o altri movimenti organizzativi: le decisioni sono ormai attese per il 2018. La sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio, per prima, ha chiesto di dare rapidamente corso all’atteso confronto proprio sulla riorganizzazione. L’assessore di Chiavari Giuseppe Corticelli ha lamentato il mancato turn over del personale uscito (“rimpiazziamo tutti  – ha risposto Rebagliati – ma occorre aspettare i tempi dei bandi”) e chiesto di aumentare i posti nell’hospice: richiesta ripresa anche da altri primi cittadini. Il vicesindaco di Rapallo, Pier Giorgio Brigati, lamenta come rimangano lunghi i tempi al pronto soccorso e chiede di potenziare la guardia medica.

Alla fine, comunque, il bilancio ha avuto il voto unanime dei 16 sindaci presenti.