Bianco risveglio per il Tigullio e per il suo entroterra

Neve e ghiaccio stamattina a Chiavari

Scuole chiuse in quasi tutto l’entroterra e temperature in picchiata. Problemi alla viabilità dovuti al ghiaccio lungo l’Aurelia, a Cavi di Lavagna. A Moconesi si distribuisce il sale in municipio.

Il Tigullio ed il suo entroterra si sono svegliati questa mattina sotto la neve. Pochi centimetri lungo la costa, ma comunque effetto sorpresa garantito in un territorio non abituato a questo tipo di spettacolo. Problemi alla viabilità lungo l’Aurelia, a Cavi di Lavagna, a causa del ghiaccio: circolazione quasi bloccata, riesce a passare solo chi ha le catene montate. Qualche problema dovuto al ghiaccio è segnalato anche dopo la galleria della Ruta, in direzione ponente. Il Comune di Moconesi mette a disposizione sacchetti di sale per i propri residenti: si possono ritirare in Comune, al momento la viabilità è regolare sulla provinciale 225, mentre è segnalata la presenza di ghiaccio su alcune strade frazionali. Poco lavoro dovuto al maltempo per i vigili del fuoco, chiamati solo questa mattina ad intervenire per una tenda pericolante a Chiavari, in Via Gianelli. Nella notte il termometro è sceso sotto lo zero un po’ dovunque: freddo record a Barbagelata, in Val Fontabuona, dove si sono toccati i –10. In Val d’Aveto la colonnina è scesa a –9 a Santo Stefano e –6 a Cabanne. Termometro sotto lo zero anche in prossimità della costa: a Caperana e Cavi nella notte si è scesi fino a –2. Ricordiamo infine che numerosi Comuni, in particolare del nostro entroterra, hanno disposto per oggi la chiusura delle scuole. Si tratta di Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Castiglione Chiavarese, Cicagna, Cogorno, Favale di Malvaro, Leivi, Lumarzo, Moconesi, Mezzanego, Ne, Neirone, Pieve Ligure, Santo Stefano d’Aveto, Sori ed Uscio.