Beccato con l’hashish:”Era di un ragazzo che l’ha lasciata in treno”

L'hashish recuperato dalla GdF

Convalidato l’arresto del giovane trovato con 250 grammi di hashish: per lui obbligo di dimora dalle 20 alle 6. Al Gip ha raccontato che la droga era di un ragazzo conosciuto sul treno che aveva abbandonato il pacco nello scompartimento.

 

E’ stato convalidato l’arresto del 18enne marocchino fermato martedì dai carabinieri alla stazione di Lavagna con 250 granmi di hashish: per il ragazzo però il Gip del Tribunale di Chiavari non ha imposto il carcere, bensì l’obbligo di rimanere in casa dalle 20 alle 6 del mattino e di non lasciare il comune dell’entroterra in cui risiede ospitato da uno zio. Durante l’interrogatorio avvenuto stamani in carcere il ragazzo ha fornito al Gip una motivazione originale per la detenzione dello stupefacente (due panetti di hashish): ha detto di aver conosciuto un coetaneo durante un viaggio in treno che, sprovvisto di biglietto, è stato fatto scendere dal controllore. Nella discesa avrebbe abbandonato il pacchetto con l’hashish nello scompartimento e così il 18enne ha pensato di appropriarsene. Alla discesa dal treno però è incappato nella Guardia di Finanza.