Bassotto sbranato a Rapallo, non saranno soppressi i due cani aggressori

Daniele Trucco e Carlo Bagnasco
Daniele Trucco con il sindaco Carlo Bagnasco

“Vedremo di individuare per loro un percorso di rieducazione”, spiega Daniele Trucco, consigliere incaricato alle politiche animali.

E’ di ieri la notizia che a Rapallo un bassotto, che passeggiava al guinzaglio insieme alla sua proprietaria, è stato aggredito e sbranato da due cani di grossa taglia, liberi di vagare senza museruola. L’episodio è avvenuto in Via Aurelia di Levante ed ha scosso la città. Oggi, sul fatto, prende posizione anche l’amministrazione comunale, che annuncia una serie di interventi perché episodi simili non si ripetano in città. I due cani aggressori, intanto, è la notizia del giorno, non saranno soppressi. “Ad una soluzione estrema come la soppressione – spiega Daniele Trucco, consigliere incaricato alle politiche animali – preferiamo un percorso rieducativo con esperti veterinari comportamentisti. I due cani non saranno soppressi e vedremo di individuare per loro un percorso di rieducazione. Ovviamente i proprietari dovranno assumersi le eventuali responsabilità dell’accaduto, anche dal punto di vista penale”. Il Comune intende poi potenziare l’attività dei vigili urbani, tramite un supporto che possa incrementare una verifica più intensiva delle segnalazioni che riguardano comportamenti impropri da parte di padroni di cani. “Quanto accaduto ieri non deve più ripetersi”, afferma Daniele Trucco, nell’esprimere la propria vicinanza ai proprietari del bassotto.