Balneari, nuova sentenza del Consiglio di Stato: «Nessuna proroga dopo il 31 dicembre 2023»

spiaggia Lavagna

Dopo il 31 dicembre 2023, anche in caso di un’eventuale proroga legislativa, le concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative cesseranno di avere valore.

Lo afferma una sentenza pubblicata oggi dal Consiglio di Stato, secondo la quale anche in caso di una nuova proroga concessa dal legislatore, questa andrebbe considerata senza effetto perché in contrasto con le norme dell’ordinamento dell’Unione Europea. In altre parole, le concessioni attualmente in vigore resteranno efficaci sino alla fine del prossimo anno e stop. La sentenza riguarda il ricorso presentato da parte di una società contro il Comune di Imperia e la Regione e conferma la legittimità degli atti con cui il Comune ha respinto le richieste di concessioni.