Ballottaggio, tutti liberi a Chiavari

Chiavari il Pd: "Nessun sostegno"

A Chiavari Corticelli lascia libera scelta ai suoi elettori tra Agostino e Levaggi. Lo stesso fa il Pd, che boccia entrambi i candidati. A Rapallo invece domani si riunisce il Pcl per fornire una guida al proprio elettorato.

Proseguono le dichiarazioni dei candidati sindaco per Chiavari e Rapallo che non hanno passato il turno. A Chiavari Giuseppe Corticelli, il candidato di Liguria Viva e la lista “Per Chiavari” ringraziano gli elettori, lasciandoli poi liberi di scegliere per il ballottaggio del 20 e 21. Il Pd, attraverso il suo segretario cittadino Mauro Ferretti dice “nessun sostegno né ad Agostino, né a Levaggi” e intanto fa il punto della situazione: “L’esito delle elezioni amministrative di Chiavari ci consegna un quadro in cui il centrosinistra ha ottenuto un risultato di forte crescita rispetto alle passata tornata elettorale del 2007, con + 10%. Il ballottaggio era a portata di mano, se altre forze avessero accolto l’appello ad una larga coalizione di centrosinistra per sconfiggere Agostino ed il centrodestra”. Per quanto riguarda il ballottaggio, è impossibile per il partito esprimere la preferenza tra Agostino, che “rappresenta una gestione del governo locale che noi abbiamo sempre avversato”, e Levaggi, espressione, insieme alla sua coalizione, del centrodestra.

Resta più acceso il clima a Rapallo, nel cui contesto si inserisce il candidato del Pcl Andrea Carannante, criticando la posizione assunta da Antonella Cerchi e la mossa di Brigati. Carannate ha annunciato poi che domani il partito si riunirà per prendere una decisione ufficiale da comunicare agli elettori in merito a un indirizzo per il ballottaggio.