Bacchettato ma soddisfatto il Comitato “Difendi Santa – No porto”

Irruzione nell'aula del Consiglio Regionale

L’irruzione in Consiglio Regionale non è piaciuta ai vertici della Regione, ma poi il Comitato è stato ricevuto ed ha potuto esprimere le proprie ragioni” “Obiettivo raggiunto”, è il commento.

C’è stata dunque questa mattina in Consiglio Regionale l’irruzione del Comitato “Difendi Santa – No porto”, che ha anche brevemente interrotto i lavori dell’assemblea. Un’irruzione che, nei modi, non è piaciuta né al presidente del Consiglio Rosario Monteleone, né alla vicepresidente della Regione Marylin Fusco. Il Comitato è stato comunque ricevuto da una rappresentanza di assemblea e giunta, alla quale ha esposto le ragioni della propria contrarietà al progetto di ristrutturazione del porto. “La Regione non ha ancora ricevuto ufficialmente il progetto – ha risposto la Fusco – e quindi i consiglieri non sono in grado di esprimere un giudizio”. Il Comitato “Difendi Santa” si dice comunque soddisfatto: “Abbiamo ottenuto ciò che ci eravamo prefissi, abbiamo portato all’attenzione regionale il problema della colata di cemento prossima a venire su Santa Margherita Ligure”. D’accordo con il Comitato si dice il consigliere della Federazione della Sinistra Alessandro Benzi, il quale propone che il progetto venga discusso in Commissione Urbanistica: “Un progetto irricevibile – commenta Benzi – perché intacca uno dei patrimoni della città e del Tigullio”.