Attivi i due ascensori della stazione ferroviaria di Santa Margherita Ligure

Attivi da ieri gli ascendori in stazione a Santa Margherita Ligure

La stazione ferroviaria di Santa Margherita Ligure è più accessibile. Attivi da ieri mattina i due nuovi ascensori a servizio dei marciapiedi con una capienza ognuno di 8 persone. I lavori erano iniziati a settembre 2016.

La stazione ferroviaria di Santa Margherita Ligure è più accessibile. Attivi da ieri mattina i due nuovi ascensori a servizio dei marciapiedi con una capienza ognuno di 8 persone. I lavori erano iniziati a settembre 2016. Dopo la ristrutturazione completa dei servizi igienici, attualmente sono in corso i lavori di rifacimento del sottopasso iniziati a giugno. Sono già stati realizzati nuovi rivestimenti, nuova pavimentazione in gres porcellanato antiscivolo con l’inserimento di percorsi e mappa tattile per ipovedenti oltre a una nuova illuminazione a led. Il completamento è previsto entro settembre di quest’anno. Per le opere, concepite e progettate per l’abbattimento delle barriere architettoniche, sono stati impiegati i materiali originari presenti nel fabbricato viaggiatori. Entro la fine del 2017 inizieranno i lavori per il rinnovo dei marciapiedi al servizio dei binari 1, 2 e 3. Saranno inseriti percorsi e mappe tattili, nuovi monitor per l’informazione ai viaggiatori e implementata l’illuminazione a led. Contestualmente sarà completato l’intervento di restyling del fabbricato viaggiatori con il recupero di tutti gli spazi pubblici, nuovi infissi, nuova illuminazione e recupero dei materiali lapidei originali. Conclusione lavori entro il 2018. Investimento di Rete Ferroviaria Italiana circa 4 milioni di euro.

Polemico contro il sindaco di Santa Margherita Ligure, Paolo Donadoni, il gruppo consiliare di minoranza, “Insieme Santa nel Cuore” che afferma:“Stranamente, a pochi giorni in cui è ritornata in auge la polemica sui social, viene inaugurato l’ascensore alla stazione. Bene, ma non benissimo! Dall’ orario affisso sarà in funzione dalle 7:30 alle 19:30 , intervallo di tempo che esclude i treni più utilizzati, al mattino e alla sera, dai pendolari nonché garantiti in caso di sciopero ( 6-9 e 18-21 ndr ). Chiediamo caldamente al sindaco, tra taglio di nastro e foto di rito, di approfittare dell’inaugurazione per accordarsi con le Ferroivie ad estendere l’orario di servizio “