Atp, le proteste dei sindacati accompagnano il cammino verso il privato

Ultimi passaggi prima dell'ingresso del privato
Ultimi passaggi prima dell’ingresso del privato

Ieri presidio sotto alla Città metropolitana, mentre il cda dava il suo via alla cessione delle quote. Domani, replica a Carasco, perché nella sede aziendale l’azienda incontra i sindaci dei Comuni soci.

I presidi dei sindacati continuano ad accompagnare tutti i passaggi, ormai scontati, verso la cessione al socio privato del 48% delle azioni di Atp. Ieri, a riunirsi era il Cda di Atp Spa, che, sulla base di una analisi legale, ha acconsentito alla privatizzazione. Domani, nella sede di Carasco, si riuniranno i Comuni soci con lo stesso cda di Atp Spa, nel pomeriggio quello di Atp esercizio. Saranno gli ultimi passaggi prima della cessione. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl hanno ottenuto, ieri, un incontro con il cda, e chiesto ancora di far valere il diritto di prelazione, per confermare, dicono i sindacalisti “la missione sociale del trasporto pubblico locale, anche in considerazione dei sacrifici fatti dai lavoratori per evitare il fallimento di Atp”. Dopo il presidio di ieri, sotto la sede della Cittàmetropolitana, un altro si terrà domani alla sede di via Conturli.