Astore lascia Casarza Ligure per Casella

Astore
Il territorio si era mobilitato al fianco dei lavoratori

Ai dipendenti che accetteranno il trasferimento, l’azienda metterà a disposizione cinque auto per sei anni e tutte le spese di viaggio pagate.

Ora è ufficiale, la ditta Astore, che produce valvole industriali, lascia Casarza Ligure per trasferirsi a Casella: un duro colpo per l’economia del territorio e per i 45 dipendenti attualmente in servizio nel paese della Val Petronio. La notizia appare sul “Secolo XIX” di oggi. La decisione del gruppo Fip è sancita dall’ipotesi di accordo definita nei giorni scorsi dai sindacati e dall’azienda, e poi approvata dalla maggioranza dei lavoratori. Ai dipendenti che accetteranno il trasferimento, l’azienda metterà a disposizione cinque auto per sei anni e tutte le spese di viaggio pagate, dalla manutenzione dei veicoli al carburante, mentre per coloro che andranno a vivere a Casella o nel raggio di 15 km è previsto un contributo mensile per un anno e una quota delle spese di trasloco.