Arsenale in casa, pensionato sestrese in tribunale

L'ingresso degli uffici di Tribunale e Procura

Migliaia di munizioni, fucili, pistole ma anche esplosivo e detonatori: tutto è stato rinvenuto grazie ad una denuncia del vicino per violazione di proprietà. Domani si decide sulrinvio a giudizio.

Sarà a processo domani mattina, al Tribunale di Chiavari, un 75enne, residente a Sestri Levante, nella cui casa gli agenti del commissariato di polizia di Chiavari hanno trovato un autentico arsenale, con la bellezza di 3mila munizioni e numerose armi con le quali esploderle: due fucili tradizionali e due ad aria compressa, tre pistole, due  moschetti, più detonaroti ed esplosivo da cava e diversi barattoli di polvere da sparo. Tutto nasce dalla denuncia del vicino di casa, non residente stabilmente in zona, che segnalava le ripetute violazioni della sua proprietà. Per effettuare l’indagine, la polizia installava, allora, una telecamera puntata contro il cancello dell’uomo, vedendo che era l’anziano adentrarvi, ma vedendo anche, che l’uomo si muoveva con armi in pugno. Pur titolare di regolare porto d’armi, disponeva di un arsenale in larga parte non denunciato e, per questo, nei suoi confronti è scattato l’arresto, seguito dalla scarcerazione. Domani, tuttavia, il pm Francesco Brancaccio chiederà il rinvio a giudizio dell’anziano, difeso dall’avvocato Vernazza.