Aree ex Fit, non si farà il referendum: lo ha deciso il Consiglio Comunale

Il capogruppo del Pdl Gianteo Bordero

La maggioranza e Vincenzo Gueglio hanno votato per l’interruzione del procedimento. Contrari Pdl e Segesta Domani, si è astenuto Giuseppe Ianni. Bocciato ordine del giorno di Bernardello.

Si è parlato anche di Fincantieri ieri sera nel corso del Consiglio Comunale di Sestri Levante. L’assemblea ha approvato all’unanimità un ordine del giorno di sostegno ai lavoratori, con la richiesta di ritiro del piano industriale presentato lunedì dall’azienda. Il documento ha visto d’accordo maggioranza ed opposizione, mentre più calda è stata la discussione sul destino del referendum relativo alle aree ex Fit. Referendum che non si farà: la maggioranza ha infatti votato per l’interruzione del procedimento, bocciando nel contempo la mozione di Pdl e Segesta Domani che invece ne chiedevano lo svolgimento. Come la maggioranza ha votato anche Vincenzo Gueglio, Giuseppe Ianni si è astenuto, Pdl e Segesta Domani ovviamente hanno votato contro l’interruzione. Bocciato anche un ordine del giorno presentato da Davide Bernardello di “Sestri Città di Tutti” che chiedeva direttamente a sindaco e giunta di convocare un referendum in caso di nuova variante: la maggioranza ha detto no, Ianni, Pdl e Segesta Domani si sono astenuti, a favore oltre a Bernardello ha votato solo Gueglio.