Aprirà a marzo la Casa della Salute di Recco, ci sarà anche la TAC

Recco: chiude l'ospedale, apre la Casa della Salute

L’ospedale Sant’Antonio chiuderà a fine inverno, ma al suo posto ci saranno una piastra ambulatoriale completa (con una TAC), 60 posti letto di riabilitazione e 10 di country hospital. Lo ha garantito questa mattina il direttore generale dell’Asl 3 Renata Canino, in Comune per un vertice con le amministrazioni del Golfo Paradiso.

Al piano terra una piastra ambulatoriale completa. Ai piani superiori sessanta posti letto di riabilitazione e dieci posti letto di country hospital. E’ questo il destino dell’ospedale di Recco, la trasformazione avverrà alla fine dell’inverno, quando ci sarà la chiusura degli attuali reparti. In più, la struttura sarà dotata di una TAC invece che di una risonanza magnetica, come si era detto in un primo tempo, perché la risonanza è già presente in una struttura privata convenzionata. Questo quanto emerso al termine dell’incontro che c’è stato questa mattina in Comune a Recco tra il direttore generale dell’Asl 3 Renata Carini e le amministrazioni comunali del Golfo Paradiso. Da marzo dunque il Sant’Antonio si trasformerà in “Casa della Salute”. Soddisfatto il sindaco di Sori Luigi Castagnola, secondo il quale “le nostre richieste sono state in massime parte accolte”.