Approvato il nuovo piano faunistico venatorio della Provincia

Divieto di caccia a Punta Manara e Vallegrande
Divieto di caccia a Punta Manara e Vallegrande

Il 28,94% del territorio è off-limits per la caccia, nel pieno rispetto di quanto prevede la legge. Fra le oasi, anche quella di Punta Manara-Vallegrande, novità per le zone di ripopolamento e cattura.

Il commissario Piero Fossati ha approvato il nuovo piano faunistico venatorio della Provincia. Il Piano è stato anche sottoposto a valutazione ambientale strategica da parte della Regione con giudizio positivo finale. La legge stabilisce che alla protezione della fauna selvatica sia riservata una percentuale di territorio fra il 20 ed il 30%: percentuale rispettata in pieno, il Piano prevede infatti aree vietate alla caccia per il 28,94% del territorio agro-silvo-pastorale. Il Piano prevede dieci oasi dove non si potrà cacciare. Tra queste, c’è anche quella nuova di Punta Manara-Vallegrande, che comprende la zona a valle dei sentieri di Punta Manara e la fascia più costiera per Vallegrande. Non si potrà cacciare nemmeno nelle zone di ripopolamento e cattura. A tal proposito, una delle novità riguarda la zona di Roccagrande, che accorpa le precedenti zone di Rocca dell’Aquila e del Biscia-Bocco.