angavaL contro la diga Perfigli: “La Regione usi i soldi per la pulizia dell’alveo e la messa in sicurezza delle sponde”

Piana dell'Entella
La piana dell’Entella, sponda lavagnese

Secondo il movimento politico vanno valorizzate tutte le peculiarità della piana dell’Entella.

“angavaL – Lavagna che cambia” ribadisce il suo no alla cosiddetta “diga Perfigli” ed invita la Regione ad utilizzare il relativo finanziamento per la pulizia dell’alveo e per la messa in sicurezza delle sponde. Il movimento politico lancia inoltre la campagna “Restituisci il pacco di Natale a Regione Liguria – no alla diga Perfigli” ed invita cittadini e turisti a condividere la cartolina pensata per l’occasione sulla pagina Facebook della Regione. Secondo angaval, la diga Perfigli è “l’atto preliminare alla lottizzazione della piana dell’Entella, con conseguente distruzione dell’oasi faunistica di interesse comunitario”. L’invito è invece quello di valorizzare la piana dell’Entella in tutte le sue peculiarità, compresa la vocazione agricola.