Andrea Giorgi: “La Polizia municipale all’entrata e all’uscita delle scuole”

L’ex consigliere comunale Andrea Giorgi

Il presidente di angavaL-Lavagna ha scritto al vice prefetto Daniele Brindicci per informarlo sulla pericolosità, secondo Giorgi, degli accessi alla scuola di Cavi di Lavagna. 

“In una società civile riteniamo che ai cittadini più tartassati a livello mondiale e comunale, garantire la sicurezza dei loro figli all’entrata e all’uscita da scuola sia il minimo dovuto”. È solo uno stralcio della lettera inviata dal presidente di angavaL-Lavagna, Andrea Giorgi, al vice prefetto di Genova Daniele Brindicci che ha risposto ad una sua precedente missiva incentrata sulla pericolosità degli accessi alla scuola di Cavi di Lavagna e la necessità di inviare agenti della Polizia municipale nei pressi delle scuole durante l’entrata e l’uscita degli studenti. “Lavagna conta circa 12.500 abitanti – ricorda Giorgi – il bilancio comunale è alla soglia del dissesto ma l’ente si concede di differenziare le figure del dirigente e del comandante della Polizia municipale mentre gli altri dipendenti non hanno accesso a premi di produttività per il prossimo decennio per errori di gestione pregressi del fondo relativo e il corpo si è recentemente dotato di due splendide vetture, una Giulietta Alfa Romeo e un Suv Jeep turbodiesel dai costi di gestione esponenzialmente più alti di prima”.