Ancora ‘ndrangheta in Liguria ma questa volta si parla di Genova e Savona

Operazioni notturne della polizia a Genova
Operazioni notturne della polizia a Genova

Nuova operazione all’alba con una quarantina di arresti. Intanto, invece, per quanto riguarda l’indagine di Lavagna, Gabriella Mondello ha depositato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari.

Non sembra interessare direttamente il Tigullio, la nuova inchiesta riguardante affiliazioni ‘ndranghetistiche in Liguria. Dopo il terremo dei “Conti di Lavagna”, infatti, all’alba di oggi sono stati eseguiti altri 40 arresti, questa volta nell’ambito di due cosche reggine: quella delle famiglie Raso – Gullace – Albanese e quella delle famiglie Parrello – Gagliostro. L’inchiesta chiama in causa anche  ditte di movimentazione terra del Savonese e l’acquisizione di subappalti per i lavori del Terzo Valico, con perquisizioni ed arresti avvenuti anche a Genova. Nel complesso, tra Calabria, Liguria, Lombardia e Lazio, oggi sono stati confiscati beni per circa 40 milioni di euro.

Di seguito, il link al video della polizia di Stato che documento l’evolversi delle operazioni a Genova

http://www.poliziadistato.tv/c_WSmUiJJ8oF

Per quanto riguarda, invece, l’inchiesta lavagnese, l’avvocato che difende Gabriella Mondello, Mario Scopesi, ha depositato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari per l’ex sindaco e deputato, dopo l’avvenuto interrogatorio della stessa di fronte al gip.