Anche la prossima estate ci saranno i battelli spazzamare

Il mare del Tigullio meta di molti turisti

Questa mattina in Provincia è stato firmato il protocollo d’intesa. Hanno aderito tutti i Comuni della costa tra Recco e Moneglia, ad eccezione di Chiavari. Spesa prevista 170.000 euro.

Anche la prossima estate il mare del levante sarà solcato dai battelli chiamati a tenere pulita la superficie dell’acqua dai materiali galleggianti. I battelli lavoreranno sette giorni su sette, lungo le oltre trenta miglia della costa tra Recco e Moneglia. Saranno cinque: quattro della ditta che si aggiudicherà la nuova gara ed uno dell’Area Marina Protetta di Portofino. Questa mattina è stato siglato in Provincia il protocollo d’intesa con i Comuni interessati e l’Area Marina. Erano presenti gli amministratori di Recco, Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli, Lavagna, Sestri Levante e Moneglia. La spesa prevista è di 170.000 euro: 60.000 euro li metterà la Provincia, il resto i nove Comuni. “E’ un intervento fortemente voluto dalla Provincia e dagli enti e soggetti del territorio per la sua indiscutibile utilità e l’efficacia dimostrata negli anni scorsi”, spiega l’assessore provinciale al turismo Anna Dagnino. Lo scorso anno, in tre mesi, vennero raccolte 28 tonnellate di rifiuti galleggianti. L’unico Comune del levante che non ha sottoscritto il protocollo d’intesa è quello di Chiavari.