“Altro che vietare Pokemon Go, noi ci organizziamo una serata speciale”

L'ingresso del Museo del Videogioco
L’ingresso del Museo del Videogioco

La Mecca del videogioco reagisce al Codacons, che, per la sicurezza sulle strade, chiede alla Procura di vietare la app dell’estate: “Il 6 agosto, tutti a caccia di mostriciattoli a Gattorna!”.

Altro che vietare Pokemon Go, come chiede il Codacons con un esposto alla Procura di Roma: di riflesso, “la Mecca del videogioco”, l’ormai noto museo di Gattorna, rilancia la contestata app con una serata speciale, prevista sabato 6 agosto, in coincidenza con la Notte Bianca di Gattorna, durante la quale tutti potranno, sino a notte fonda, andare alla ricerca virtuale dei mostriciattoli tra strade e boschi della località. “Se si vuole davvero salvaguardare la sicurezza di automobilisti, ciclisti e pedoni, sarebbe meglio incentrare i propri sforzi in campagne concrete di sensibilizzazione per responsabilizzare tutta la cittadinanza, e non solo i videogiocatori, ad evitare comportamenti pericolosi per sé e gli altri”, dice il direttore, Giansandro Rosasco, che, in risposta al Codacons, sottolinea: “I dati forniti da Aci e Istat per il 2015, quando Pokemon Go non era disponibile, ci mostrano comunque l’aumento del 1% di morti (pari a 9 persone al giorno) e del 6% per feriti gravi in incidenti stradali”.