Almeno 800mila euro di danni dal maltempo

Preoccupa soprattutto l’argine del torrente. Il Comune ha chi8esto lo stato di calamità naturale. Sale attorno ad ottocentomila euro la stima dei danni al patrimonio pubblico di Recco, causati dal nubifragio di venerdì mattina. In particolare, preoccupa la situazione dell’argine destro del torrente Recco, a Punta Sant’Anna, che si è affossato, scavato dall’acqua. Prima di ulteriori cedimenti, bisogna intervenire con una procedura di somma urgenza: un intervento stimato in 400mila euro, da portare a termine nel più breve tempo possibile. Altrettanto dovrebbero costare le asfaltature e le sistemazioni di muri lungo le strade frazionali. Il Comune di Recco ha pertanto chiesto lo stato di calamità naturale alla Regione, che ha inoltrato, a sua volta, la richiesta al Ministero dell’Economia.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldeabaran.it