Alla Festa dell’Emigrante di Favale il campione di pattinaggio e il magnate dei rifiuti

Presente anche l'assessore Viale che annuncia novità
Presente anche l’assessore Viale che annuncia novità

Domani a Favale di Malvaro si svolge la Festa dell’Emigrante: il Premio Radici va a Silvano Achiro, imprenditore di Buto trasferitosi a San Francisco, dove ha fondato un impero sullo smaltimento dei rifiuti. Ci saranno anche il campione statunitense di pattinaggio Brian Boitano e la vicepresidente della Regione Sonia Viale.

Torna domani a Favale di Malvaro la Festa dell’Emigrante, che prenderà il via alle 10 con la messa celebrata dal vescovo di Carabayllo Lino Panizza, seguita da interventi delle autorità e un momento conviviale allietato dalle musiche folk del coro “O Castello de Ciavai”. Sarà presente anche il campione olimpico di pattinaggio Brian Boitano, statunitense che negli ultimi anni ha rinsaldato il legame con il paese d’origine della famiglia acquistando e ristrutturando la casa dei suoi avi, il tutto raccontato in una serie tv. A Silvano Achiro andrà il Premio Radici: imprenditore di Buto, paesino nel Comune di Varese Ligure, si è trasferito a San Francisco dove ha fondato un impero sullo smaltimento dei rifiuti. Al Favale arriverà anche la vice presente e assessore regionale all’Emigrazione Sonia Viale, che intanto annuncia novità sul fronte regionale: “La prossima settimana porteremo in giunta il programma degli interventi per l’emigrazione che comprende, tra le iniziative dirette della Regione Liguria, anche l’avvio dello studio per la creazione del Museo nazionale dell’emigrazione a Genova, città che ha rappresentato per decenni il punto di partenza per migliaia di emigranti liguri”. Tra le iniziative che la Regione intende mettere in atto c’è anche l’istituzione di borse di studio del centro studi dell’Università di Genova per corsi di cultura e lingua italiana riservati a discendenti di origine ligure residenti all’estero.