Al via la bonifica del distrubotre della Madonna del Ponte

I lavori partiranno nei prossimi giorni, troverà così soluzione una vicenda che si protrae dal 2003, quando il distributore fece registrare perdite nel sottosuolo di idrocarburi.Sono 66 i siti industriali, depositi e distributori di carburanti, nella provincia di Genova, che necessitano di essere bonificati, in quanto causa di contaminazione delle aree proprie e circostanti a causa delle perdite di carburante dai depositi sottostanti, con rischio di inquinamento del suolo e delle acque o falde acquifere. Nell’elenco c’è anche Lavagna per il distributore Esso della Madonna del Ponte, che nel 2003 ha fatto registrare perdite nel sottosuolo di idrocarburi. La bonifica, prevede la legge, dev’essere a carico dei privati gestori. La società Esso ha presentato un progetto che è stato approvato dal Comune, in questi giorni lo stesso troverà attuazione. Sarà così eliminata una criticità presente nel quartiere, a tutela anche del fiume Entella e delle falde acquifere.