Aggressioni al personale della Asl: i numeri inattesi

L’ingresso del pronto soccorso di Lavagna

L’assessore regionale Sonia Viale esprime solidarietà a medici e infermieri del pronto soccorso di Lavagna dopo l’episodio di qualche giorno fa e rivela: quindici aggressioni in tre mesi nel 2019.

Nelle strutture della Asl4, nel 2018 si sono registrate 41 aggressioni alle quali si aggiungono le 15 del primo trimestre del 2019. Sono i numeri, inattesi, diffusi dall’assessore regionale alla Salute, Sonia Viale, che esprimesolidarietà al personale sanitario del pronto soccorso dell’ospedale di Lavagna per la brutale aggressione subita. Un gesto criminale che condanno fermamente, in quanto offende medici e infermieri e il loro lavoro”. Commenta ancora Viale: “Sono numeri che vorrei vedere azzerati. Come Regione abbiamo attuato diverse azioni per ridurre il fenomeno, in particolare in Asl4 con il potenziamento della videosorveglianza e attività formative volte a migliorare il rapporto operatore-paziente. Ma anche installazione dei materiali di sicurezza, come vetri anti sfondamento e pulsanti di allarme, e dotazione ai professionisti di cellulari con GPS e navigatori satellitari”.