Aggressione al Gianelli, proseguono le indagini: è caccia all’uomo

Carabinieri in azione, le indagini proseguono

I carabinieri sono sulle tracce dell’uomo responsabile del grave fatto di cronaca avvenuto ieri mattina. Si cerca un italiano, di età fra i 40 ed i 50 anni. Ancora da chiarire cosa facesse l’uomo a scuola.

Proseguono le indagini dei carabinieri di Chiavari per dare un nome all’uomo che ieri mattina ha aggredito una maestra della scuola materna all’interno dell’Istituto Gianelli di Chiavari. La donna, Simona Gatti, 43enne chiavarese, residente a Leivi, è stata immobilizzata ed imbavagliata, prima che l’uomo si desse alla fuga. I carabinieri cercano un italiano, di età compresa fra i 40 ed i 50 anni, vestito di scuro, con abiti sportivi. Questa la descrizione fornita ai militari dall’insegnante. In stato di shock la donna una volta liberata è stata portata al pronto soccorso di Lavagna. Fortunatamente per lei nessuna conseguenza fisica, ma chiaramente la necessità di un periodo di riposo per riprendersi dalla sconvolgente esperienza vissuta. Resta da capire cosa facesse l’uomo alle 7 del mattino all’interno dell’istituto. Tra le ipotesi, quella di un tentativo di furto o di un senzatetto che ha trovato rifugio per la notte proprio al Gianelli. Ma non si escludono altre piste, compresa quella di un gesto dimostrativo per lanciare chissà quale messaggio alla scuola o a qualche persona in particolare.