Addizionale Irpef, è polemica a Casarza Ligure

Ancora Irpef allo 0,8% a Casarza Ligure

“Insieme per Casarza” accusa l’amministrazone comunale di non aver applicato la progressività prevista da quest’anno dalla legge. “Si potevano tutelare i più deboli”, spiega Fabrizio Gallo.

Il Comune di Casarza Ligure conferma l’addizionale Irpef nella misura dello 0,8%, con una fascia di esenzione per i redditi complessivi fino a 12.000 euro. La decisione assunta nel corso dell’ultimo consiglio comunale non piace al gruppo di opposizione “Insieme per Casarza”, che sottolinea come si sia persa l’opportunità, da quest’anno consentita dalla legge, di applicare l’imposta con lo stesso criterio di progressività sulla fasce di reddito utilizzato dallo Stato. Il capogruppo Fabrizio Gallo ricorda come l’attuale sindaco avesse in campagna elettorale attaccato la precedente amministrazione per la stessa aliquota Irpef, promettendone la riduzione una volta eletto. “Ora invece – critica Gallo – preferisce far pagare tutti allo stesso modo, contravvenendo al principio di costituzionale della progressività. Era l’occasione per intervenire con criteri di maggiore equità al fine di tutelare le fasce più deboli dei cittadini”.