“Abissi” è riemerso dal mare

La cassa con 6.500 bottiglie

L’enoteca Bisson di Chiavari celebra il secondo ciclo produttivo dello spumante che matura sul fondale di Cala dell’Oro.

Sono riemerse dal mare nel tardo pomeriggio di ieri, e sbarcate sul molo di Santa Margherita, le 6.500 bottiglie dello spumante “Abissi”, quelle che l’enoteca Bisson ha fatto maturare per un anno sul fondale di Cala dell’Oro, a condizioni ottimali, e stabili, di luce e temperatura. E’ il secondo ciclo produttivo di questo spumante, dopo quello di esordio, commercializzato a Natale scorso. “Grazie ai 15 gradi dell’ambiente e alle correnti che cullano delicatamente le bottiglie, il risultato è un vino che ha convitno la critica di settore”, dice Piero Lugano, titolare dell’enoteca Bisson, secondo il quale “questo risultato è la conefrma di un progetto che va avanti, visto che l’idea e soprattutto i risultati si sono dimostrati vincenti”.