A Rapallo si riaccende il dibattito sugli alberghi

Gli alberghetti di Via Gramsci a Rapallo
Gli alberghetti di Via Gramsci a Rapallo

La proprietà degli alberghetti di via Gramsci vorrebbe lo svincolo, proprio quando il Tar lo conferma per l’Eurotel e altre due strutture avranno la propria richiesta esaminata nel prossimo consiglio comunale.

Dopo le dichiarazioni  a mezzo stampa della proprietà dei tre alberghetti chiusi in via Gramsci, a Rapallo si riapre il dibattito sulla possibilità di svincolo degli stessi, argomento che suscita divisioni anche in maggioranza. Armando Ezio Capurro segnala come il Tar abbia appena respinto la richiesta della Eurotel Spa per l’annullamento della delibera del 2013 che mantiene il vincolo alberghiero sull’edificio sull’Aurelia e poi passa a commentare la situazione di via Gramsci, dicendo: “Uno svincolo totale dei tre alberghi rappresenterebbe una variante urbanistica priva totalmente di interesse pubblico e quindi non legittima”. L’invito di Capurro alla proprietà è “mettere in vendita il complesso alla cifra di 7,6 milioni pagata nel 2007. Gli acquirenti per un uso alberghiero ci sarebbero subito”.  L’argomento è importante, anche perché all’ordine del giorno del consiglio comunale già convocato per giovedì 20 figurano le richieste di svincolo di altre due strutture.