A Pasqua riapre la discoteca del Covo di Nord-Est

Covo di Nord Est
Il Covo di Nord Est vuole tornare agli antichi fasti

Prima, il 6 aprile riaprirà il ristorante-pizzeria. Per la ricostruzione i gestori hanno chiesto aiuto agli sponsor, ma puntano anche al crowfunding.

La mareggiata dello scorso ottobre aveva distrutto il Covo di Nord-Est, locale simbolo di Santa Margherita Ligure e di tutto il Tigullio. La struttura aveva subito danni per oltre 2 milioni di euro, ma la riapertura, anche se parziale, è vicina. Il 6 aprile riaprirà infatti il ristorante pizzeria Buongustaio Doc, mentre la discoteca tornerà in attività nel weekend di Pasqua. Per la ricostruzione, i gestori Matteo Canepa e Stefano Rosina hanno pensato al progetto “Partner della ricostruzione”, al quale hanno già aderito importanti imprenditori ed aziende, ma anche ad un progetto di crowfunding che andrà in porto se verrà raggiunto l’obiettivo minimo prefissato. Altrimenti nessun contributo verrà accettato. I partecipanti avranno dei particolari riconoscimenti, sia nell’utilizzo di attività e servizi del Covo, sia in termini di esclusivi pacchetti di ospitalità. Il primo obiettivo è quello di ricostruire il bar, la consolle dj e la sala del covo. In un secondo tempo si penserà allo stabilimento balneare ed al Covino.