3300 firme contro il porto della Santa Benesse & Social

Il progetto presentato dall'ATI Porto Cavour

Il Comitato Difendi Santa illustra i risultati della raccolta firme contro il progetto di porto presentato dalla Santa Benessere & Social. Al vaglio ora c’è il progetto Porto Cavour.

Sono oltre 3300 le firme raccolte dal Comitato Difendi Santa contro il progetto per il porto sammargheritese presentato dalla Santa Benessere & Social. Firme raccolte con tanto di dati e documenti identificativi, in contrasto con “la fumosa indagine telefonica Mannheimer”. “La città ha detto coralmente no al distruttivo progetto della “Santa Benessere & Social – spiega il Comitato, che ora sta prendendo in esame il progetto “ATI-Porto Cavour” e ha sollecitato l’amministrazione a concedere non 60, bensì 90 giorni di tempo per la presentazione delle osservazioni, come era stato fatto per il progetto della Santa Benessere & Social. Intanto Difendi Santa ribadisce i propri “no” a progetti destinati a cambiare la fisionomia di Santa Margherita, a speculazioni che sottraggano l’area dell’ex cantiere Spertini alla città, a interventi che ne modifichino la valenza paesaggistica e storica del porto (come l’eliminazione della scogliera sotto il castello) o che peggiorino la qualità delle acque, alla concessione dei giardini a mare e infine a ogni intervento che si presti, “anche accidentalmente, a diventare un trampolino di lancio per successivi, oggi non dichiarati, interventi”.